TRANSAPPENNINICA 2013 : FOTO E COMMENTI

scritto da on Mercoledì, 12 Giugno 2013. Posted in Escursioni

TRANSAPPENNINICA  2013 : FOTO E COMMENTI
TRANSAPPENNINICA  2013 : FOTO E COMMENTI
TRANSAPPENNINICA  2013 : FOTO E COMMENTI
TRANSAPPENNINICA  2013 : FOTO E COMMENTI
TRANSAPPENNINICA  2013 : FOTO E COMMENTI
TRANSAPPENNINICA  2013 : FOTO E COMMENTI

E così anche la Transappenninica è andata ! La nona edizione verrà ricordata x il suo percorso, bello e selvaggio, e x il clima pazzo che ci ha accompagnato.  Forse aveva ragione chi voleva farla in data 22-23-24 Giugno , sicuramente era meglio anche perché adesso sarebbe ancora da fare ! Nonostante tutto ( il mare di fango della prima tappa , la pioggia e il vento del pomeriggio di domenica , i panorami persi...) a me, questa transappenninica, è piaciuta molto.   X la prima volta abbiamo divulgato le tracce del percorso e il gruppo si è spezzato in due-tre nuclei. Questa secondo me è una cosa positiva ; un aspetto che invece non condivido è la smania di alcuni componenti di buttarsi in discese ardite. Non mi sembra la manifestazione adatta .  Aspetto i vostri commenti e concludo (x il momento) ringraziando tutti i partecipanti , nonostante le difficoltà nessuno ha "sbroccato" !  Un particolare ringraziamento ai due autisti e a Guido che ha lavorato un po' nell'ombra prima ,durante e dopo.

Commenti (33)

  • Mirko

    Mirko

    12 Giugno 2013 at 23:41 |
    La Trans a mè piace un po' dura.... e questa nonostante mancassero i dislivelli lo è stata alla grandissima!! in piu' alla sera si è fatto un sacco piu' festa che le altre volte. Per il mio conto voto 9 !!! Ringrazio tutti quanti , partecipanti ,organizzatori, gli indispensabili autisti (grazie di cuore, ve lo diciamo sempre troppo poco) ;e mi scuso nel caso abbia dato risposte sgarbate o mal interpretabili, la stanchezza porta con se' tanti difetti (anche la sega accesa verso le 3 di notte... hahahahha scusate compagni di team). Ma credo che la cena a Sestri abbia appianato tutti gli umori e fatto tornare un pò di azzurro. Grande trans. purtroppo il capitolo discese meriterebbe 2 righe; in quanto è vero, ci siamo fatti prendere un po' la mano, ma infondo tutti si sono divertiti ,soddisfatti e soprattutto fatto in modo coscenzioso e "sicuro". direi che ci sta ;)

    Rispondi

    • Mirko

      Mirko

      13 Giugno 2013 at 23:46 |
      .... correggo.... io mi sono fatto prendere un po' dalla voglia di discesa... caspita dopo 2 giorni da panico ci sta un pochino??
      ma non prendiamo troppo seriamente le polemiche e pensiamo a come migliorare! in fondo , come gia' citato , al momento buono abbiamo tenuto tutti collegato il cervello, ben consci di quello che stavamo facendo. Domani è già futuro, e ci sono un mucchio di cose da fare!!

      Rispondi

    • Mirko

      Mirko

      17 Giugno 2013 at 19:26 |
      Manu, forse altri hanno il mio problema, cioè non mi si aggiorna il sito. lo vedo perchè mi arrivano le notifiche via mail, ma sul sito sono fermo al 12/6!!

      Rispondi

      • Mirko

        Mirko

        17 Giugno 2013 at 19:28 |
        ho detto una ca...ta..... non so leggere la chat....

        Rispondi

        • Manuel Caiti

          Manuel Caiti

          18 Giugno 2013 at 08:35 |
          ahahahaha! ahahahaha!
          bella questa!

          Rispondi

  • Davide

    Davide

    13 Giugno 2013 at 06:54 |
    Condivido in pieno i commenti di Claudio, anche se alla fine del primo giorno ero così demoralizzato che avrei voluto buttare via la bici (davvero il primo giorno non mi ha dato soddisfazioni con tutta quella fangazza!).
    Gli altri due giorni sono stati semplicemente fantastici e la pioggia che ci ha accompagnato durante il secondo giorno - per me - non ha impedito di capire la grandezza del percorso. Terzo giorno sublime! Infine condivido in pieno quanto dice Claudio sulla smania di alcuni nel cimentarsi sulle ardite discese: non è nello spirito della Transappenninica e soprattutto non credo sia lo spirito giusto col quale affrontare la montagna con la bici. Detto questo riconosco di essere stato molto debole nello spirito ed alla tentazione della discesa di Sant'Anna non ho saputo resistere... discesa fatta poi con estrema tranquillità e calma (nessuno era in gara), saltando qualche ostico passaggio e soprattutto con spirito escursionistico: semplicemente fantastica! E allora dove sta l'inghippo? Secondo me sta proprio prima della divisione Mimosa-Sant'Anna, nei due chilometri precedenti lungo il veloce discesone che quasi tutti hanno giudicato il più divertente e bello della Transappenninica, ma che - secondo me - è stato di gran lunga il più pericoloso in assoluto (e ben lontano dallo spirito della Transappenninica): credo che dove ci sia velocità ci sia pericolo e non ci sia escursionismo nè spirito di gruppo. Questo va bene in gara (per questo detesto le gare) dove ognuno pensa per sè, non nella Trans. Dopo questo bel commento ringrazio di cuore tutti gli organizzatori ma anche quegli scavezzacolli che - senza alcuna fatica - mi hanno traviato per i percorsi più arditi (e belli), aspettandomi ad aogni passaggio arduo (che pasinsia g'an avù!). Grazie a tutti!

    Rispondi

    • Manuel Caiti

      Manuel Caiti

      13 Giugno 2013 at 15:05 |
      bellissima la trans.
      sono stato da DIO. Lo spirito della trans (parlo per me) è quello di mettere sotto le ruote di tutto: forestali, sentieri, roccia, fango, fango liquido, fango molle, foglie sassi, bitume, salite impossibili e anche discese tecniche.

      in fin dei conti si tratta di arrivare da "A" fino a "B" tentando di fare più "off road" possibile.

      ritengo che le discese "impegnative" rientrino in tutto questo.

      MTB (e ancora una volta parlo esclusivamente per il sottoscritto) significa avventura, aggregazione e adrenalina...
      Per me la trans è stata tutte queste cose insieme.
      D'altra parte, ogni biker vive la passione in modo diverso, e secondo me la trans è un buon punto d'incontro per il gruppo.

      trovo le "polemiche" sulle discese abbastanza sterili e fine a se stesse: ognuno le affronta come vuole, ma alla fine l'importante è trovarsi a tavola a fare caciara (ovviamente sani e salvi).

      ultima considerazione: io sono stato il "fautore" della versione "finale con monte capenardo + mimose" (che poi è diventata imprevedibilmente sant'anna). Alla fine della discesa a sestri, ho visto solo dei gran sorrisi a 32 denti incastonati dei volti dei partecipanti (i giordani, gabriele e DAVIDE in particolare)

      Perchè?

      ognuno l'ha fatta con i suoi mezzi e con le sue capacità e si è divertito...infondo un pò di "pepe nella zuppa" non ha dato "il volta stomaco a nessuno"

      a presto (speriamo per la cena con le foto) e un abbraccio forte a tutti! ;)

      Rispondi

      • Davide

        Davide

        13 Giugno 2013 at 19:01 |
        Càspita Caiti Junior,
        dici cose belle e brutte allo stesso tempo!
        Partiamo con le brutte.
        Le polemiche sono SEMPRE STERILI,
        le opinioni delle persone NON LO SONO MAI,
        MAI CONFONDERE LE UNE CON LE ALTRE!
        Sapere ascoltare gli altri significa conoscerli meglio e sapersi poi rapportare con loro nel modo migliore possibile.
        Personalmente credo che questo confronto di opinioni sia costruttivo e non una semplice polemica; anzi: penso che siamo in pochi a esserci buttati nella zuffa!
        Per quanto riguarda il sorriso a 32 denti sai... io predico bene ma razzolo male... e ne sono FELICE!!!
        Veniamo ora alle cose belle, cioè ai bei concetti che hai espresso.
        Hai ragione tu: fare MTB, la Trans in particolare, significa poter mettere le ruote su tutto, fango e pioggia compresi (ma penso che la parte fango sia stata un po' eccessiva); le dicese impegnative rientrano a pieno titolo in tutto questo, ma se fatte come sono state fatte durante la discesa di Sant'Anna, non come nei due chilometri precedenti dove alcuni pensavano di essere in gara e pressavano quelli che gli erano davanti per sorpassarli. Se vuoi correre vai al parco giochi (alias bike park) nei giorni giusti nelle manifestazioni giuste, non lo fai nella Transappenninica quando puoi mettere in difficoltà gli altri.
        Detto doverosamente questo voto mediamente 8 questa edizione della Transappenninica (voto 10 secondo e terzo giorno), è stata bellissima e ringrazio tutti gli organizzatori e chi ha lavorato dietro le quinte. Alla mia ottava partecipazione la Transappenninica è sempre più bella, peccato dover smettere perchè Claudio vuole andare in pensione...

        Rispondi

        • Manuel Caiti

          Manuel Caiti

          13 Giugno 2013 at 19:15 |
          non sapevo "delle corse" nella prima parte della discesa finale...la parte che abbiamo fatto insieme credo che ci sia stato il giusto spirito...almeno questo è quello che io ho percepito..
          ho virgolettato apposta il termine "polemiche" nel mio precedente commento proprio perchè ritengo le discussioni all'interno del gruppo molto belle...è il sale del divertimento, e poi si può chiudere sempre e comunque con un "va a cagher" ;) .....tra l'altro da quest'anno anche la Laura ha imparato molto bene a pronunciarlo.....(certo che con Mauri come maestro si fa presto ad imparare)

          fango: troppo, daccordo

          capitolo Claudio: spero vivamente che non vada in pensione, altrimenti siamo persi! se lo coinvolgiamo con una cosa del tipo
          "transappenninica+posto con visuale incredibile e sconosciuto+macchina fotografica al seguito"
          penso che possiamo ancora stimolarlo e ridargli il giusto entusiasmo (che per altro credo/spero non sia diminuito)

          un abbraccio a tutti e a presto
          W NOI

          PS: io rispetto sempre le opinioni di tutti, infatti, se leggi con attenzione, ho scritto che penso che ognuno è libero di affrontare il percorso come meglio crede (ovviamente nel rispetto, e nella SICUREZZA di sè e dei compagni, ciò è ovviamente fondamentale) ;) ;)

          Rispondi

    • giordano

      giordano

      15 Giugno 2013 at 12:35 |
      condivido le tue opinioni ,percorso bellissimo, ma credo che la piccola soddisfazione di finire sul sant'anna e goderne il tracciato sia stata anche una piccola ricompensa alle "madonne "tirate i giorni prima tra fanghi, guadi e piogge. So che c'è chi gode nel pedalare in queste condizioni estreme ,a me sinceramente ha dato piuttosto da fare ma alla fine va benissimo così. Semmai dovremmo essere tutti avviliti per i paesaggi mancati e non polemizzare sul fatto se era il caso di passare da li o no.In ogni caso ricorderò per sempre anche questa avventura per la difficoltà e le traversie ma soprattutto per la fantastica combriccola che mi ha accompagnato, grazie ragazzi. God bless you!

      Rispondi

  • Gp

    Gp

    13 Giugno 2013 at 10:28 |
    CHE DIRE....... A QUESTO PUNTO MI SENTO CHIAMATO UN PO' IN CAUSA, (mi suona un po' strano visto che non ho neanche imparato bene a scendere).
    Per quanto mi riguarda ringrazio tutti e mi associo ai commenti piu' che positivi su tutto : ORGANIZZAZIONE , COMPAGNIA, E PERCHE' NO' ANCHE SUL TEMPO (anche se ero io che avevo chiesto di posticiparla visto le condizioni meteo.) MA COME HO DETTO MI VA' BENISSIMO COSI' E TORNEREI A PARTIRE SUBITO.
    Voglio solo fare notare che quando non ero in grado di scendere su alcune discese e non ero in grado (e lo sono tutt'ora) anche di fare salite alla mirko rossi, A ME ANDAVA BENE TUTTO LO STESSO,
    BASTA STARE IN COMPAGNIA E ASCOLTARE LA CESIRA CHE SCLERA; SPERIAMO CHE UN ANNO PASSI ALLA SVELTA, E COMUNQUE PREPARATEVI AL GIRO DI PUNTA ALA, COSI' CONTINUIAMO LA POLEMICA SULLE DISCESE..........
    CIAO BELLA GENTE.

    Rispondi

  • Gp

    Gp

    13 Giugno 2013 at 11:02 |
    .....DIMENTICAVO......
    PS per Claudio,:
    Ricordati dove mi hai portato 3 anni e mezzo fa' per il giro di inizziazzione.......
    TE LO DO' IO LO SPIRITO.........

    Rispondi

    • claudio

      claudio

      13 Giugno 2013 at 14:28 |
      Gp il tuo giro di inizzializzazione è stato sicuramente diverso da quello della Lucia o di Nicola ; Provabilmente se ti ho portato giù x una discesa tecnica vuol dire che : o ti ritenevo abile , o mi stavi sui maroni , oppure egoisticamente volevo soltanto divertirmi.... Ma questa è un'altra storia . Quello che volevo evidenziare e capire è : cosa si cerca in una transappenninica ? Io mi sono trovato molto bene con il gruppo dei "+ deficenti" (definizione della Laura) dove lo spirito era sicuramente meno assatanato. Non voglio fare polemiche e non c'è l'ho con nessuno . é stata una bella transappenninica grazie a tutti !

      Rispondi

      • Gp

        Gp

        13 Giugno 2013 at 14:32 |
        ........mah !!!, che dire, spero che il motivo che ti ha spinto non sia il secondo che hai detto.

        Rispondi

        • claudio

          claudio

          14 Giugno 2013 at 07:35 |
          Ragazzo, credo che quel giorno volessi solo divertirmi ! Adesso però che sei esperto e bello carico stò pensando dove portarti x toglierti un pò il "selvatico" e squadrarti le ruote . Sorgenti del Secchia - Cerreto Alpi (dove si mangiano buoni tortelli) potrebbe essere una buona soluzione; ma devo pensarci meglio , forse ci vuole di più !

          Rispondi

          • Manuel Caiti

            Manuel Caiti

            14 Giugno 2013 at 08:32 |
            anche io vengo....
            quando facciamo????

            :)

            Rispondi

          • Gp

            Gp

            14 Giugno 2013 at 10:04 |
            NON VEDO L'ORA, !!!!
            TEMO CHE PER LE RUOTE DOVRAI RASSEGNARTI....
            STANNO ARRIVANDO LE NUOVE D ENDURO.......

            Rispondi

          • Mirko

            Mirko

            19 Giugno 2013 at 18:13 |
            Facciamo il giro di cumano off road!!!???? con la discesa che dalla scalucchia torna a cerreto alpi??

            Rispondi

      • MEDICI

        MEDICI

        13 Giugno 2013 at 18:11 |
        AHAHAHA!!!!!!!!!!!!! Troppo divertente l'ultimo ristoro.....con l'ultimo gruppo rimasto.gruppo "+deficienti"....spero di non avervi offeso ragazzi...ma le continue battute di Paoloio mi hanno fatto uscire quel termine.NON IN SENSO DISPREGIATIVO MA GOLIARDICO......ciaoooooooooooooooooooooooooooooo

        Rispondi

  • paolinoio

    paolinoio

    13 Giugno 2013 at 21:38 |
    Bè ! tutti quà i commenti,spero di no,mi stavo divertendo. In varita sono 4 anni che mi piace leggere commenti sulla transapp.e sono sempre serviti a migliorare .Comunque tutti siamo li ad aspettare la prossima.bay,bay.

    Rispondi

    • Mirko

      Mirko

      13 Giugno 2013 at 23:53 |
      non pompare tu!!!!!

      Rispondi

      • claudio

        claudio

        17 Giugno 2013 at 00:24 |
        Concludendo : Speravo in un confronto di opinioni più ampio, con più persone coinvolte , soprattutto sarebbe stato bello conoscere i pareri di chi affrontava questa esperienza x la prima volta.
        Per il momento si è capito che : lo spirito della Transappenninica è di arrivare da A fino a B tentando di fare più off-road possibile mettendo sotto le ruote di tutto : forestali, sentieri, fango, guadi, rocce, salite impossibili e discese tecniche. (Manuel) . Il tutto con calma e rispetto (Davide) accompagnati da una fantastica "combricola" (Giordano) o da un gruppo di "+ deficenti" (Laura). Tutto questo pedalando in posti fantastici !!!

        Rispondi

      • claudio

        claudio

        17 Giugno 2013 at 00:24 |
        Concludendo : Speravo in un confronto di opinioni più ampio, con più persone coinvolte , soprattutto sarebbe stato bello conoscere i pareri di chi affrontava questa esperienza x la prima volta.
        Per il momento si è capito che : lo spirito della Transappenninica è di arrivare da A fino a B tentando di fare più off-road possibile mettendo sotto le ruote di tutto : forestali, sentieri, fango, guadi, rocce, salite impossibili e discese tecniche. (Manuel) . Il tutto con calma e rispetto (Davide) accompagnati da una fantastica "combricola" (Giordano) o da un gruppo di "+ deficenti" (Laura). Tutto questo pedalando in posti fantastici !!!

        Rispondi

        • Davide

          Davide

          17 Giugno 2013 at 19:10 |
          Anch'io son deluso dalla scarsa partecipazione alle discussioni di fine giro... ognuno dovrebbe dire la sua, siamo sempre gli stessi che scriviamo... avrei avuto tante altre cose da dire ma ho capito che è meglio osservare il più rigoroso silenzio stampa!
          Claudio su su, coraggio, non è ascluso che chi non è bravo con le parole, non appena si riprende dalla transappenninica, non ti aspetti dietro un angolo al buio per manifestarti le sue personali opinioni... Claudio... Claudio... Rispondi... Ci sei ancora???

          Rispondi

          • claudio

            claudio

            18 Giugno 2013 at 07:57 |
            Ci sono , ci sono , ho aperto il sito cercando notizie sulla "cena dei reduci della Transapp." ma non c'è nulla ! Tornando alla tua ultima risposta : Tanta gente ha espresso a voce le propie senzazioni (giovedì al bar o nel viaggio di ritorno), ormai l'argomento è chiuso e, come dice Mirko, pensiamo al futuro. Alla prossima ,decima e ultima transappenninica ! E quì tu mi darai soddisfazione : dammi un tuo parere tra queste idee di percorso. 1 Bologna - Firenze 2 La via Francigena da Collecchio a Aulla poi deviazione verso il mare 3 Casina - Lerici . Personalmente l'ultima è quella che mi intriga di più, unisce due luoghi che amo , conosco già due tappe del giro, evitiamo un trasferimento con l'autobus.
            Poi fatto questa iniziera l'operazione Coast to Coast !

            Rispondi

  • Gabriele

    Gabriele

    18 Giugno 2013 at 16:24 |
    Hola gente ..........Casina Lerici .....alla grande !!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • lucia11

    lucia11

    18 Dicembre 2013 at 19:45 |
    La prima volta in transappenninica!! Dico solo che ogni volta che entro su questo sito non posso fare a meno di rivedere le immagini e commenti di questo straordinario giro.... Ancora dopo sei mesi, rivivo i brividi,l'emozione, l'ansia , la soddisfazione, la felicità, il calore ... Potrei continuare con altri aggettivi... Un mix di sensazioni uniche e che mi sento di augurare a tutti coloro a cui voglio bene come portafortuna per il 2014!!!

    Rispondi

  • Manuel Caiti

    Manuel Caiti

    18 Giugno 2013 at 08:38 |
    io sono già pronto per iniziare a fare le prove della Casina-Lerici ;)

    la bologna-firenze la vedo un pò inflazionata, mentre la francigena non mi intriga quanto la Casina Lerici....
    essendo la decima io propongo anche il prologo notturno (reggio-casina) con prenottamento al Tasso il venerdì sera con partenza alla mattina dopo la torta cioccolatino della INGA....

    PS: per me transappenninica è anche mangiare bene ;)

    Rispondi

    • MEDICI

      MEDICI

      18 Giugno 2013 at 16:38 |
      ....un coast to coast VEGANO.....?????!!!!...AHAHAH...anche a me piace mangiare bene nèh!!!!muhahahahah....!!!!!!....a parte gli scherzi.A me va bene TUTTO.L'IMPORTANTE E' LA COMPAGNIA.CIAO BELLA GENTEEEEEE!!!!!!! LAU.

      Rispondi

  • Gp

    Gp

    18 Giugno 2013 at 20:03 |
    MI ACCODO ALLA CASINA-TASSO-LERICI, NATURALMENTE CON BAGNO FINALE !!
    (a patto che sia dal 20 giugno in poi)
    E VAI CON LA POLEMICA .................!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Mirko

    Mirko

    19 Giugno 2013 at 00:02 |
    xche' ultima???
    comunque Casina Lerici con prologo unse bbatte!!!!!

    Rispondi

  • Mirko

    Mirko

    19 Giugno 2013 at 00:05 |
    OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!! allora è già deciso, si fa' LA CASINA LERICI!!!!!!

    Rispondi

  • Davide

    Davide

    19 Giugno 2013 at 21:38 |
    Claudio, non ho tempo per scriverti una risposta esauriente ora, rimedierò quando ci vedremo... Per ora cerco di anticiparti solo brevemente alcune considerazioni.
    1) BO-FI, ovvero "Il sentiero degli Dèi". Dopo aver letto Wu Ming 2 anch'io, come te, sono un po' scoraggiato, ma credo che prima o poi debba essere fatto. Non come transappenninica però, non ne è nello spirito. Gli amanti delle discesone ne tecniche potrebbero soffrirne, come pure gli amanti del wilderness. Va fatta in due giorni, in autonomia o con il giochino delle 2 auto e in pochi, solo per amanti dei percorsi storici.
    2) La via Francigena. Credo sia un percorso degno di nota, ma se fatto dall'inizio alla fine. Per inizio, naturalmente, non intendo Canterbury, mi accontenterei della Contea (leggasi: "Casina")!!! Per una transappenninica, soprattutto per l'Ultima Transappenninica, percorrere parte (una minima parte) di un percorso già tabellato... beh, non è nello spirito di una transappenninica!
    3) Casina-Lerici: col prologo del venerdì sera credo possa diventare Epica! Mi piace l'idea, mi aspetto una transappenninica da sogno! Unico neo: ma se si fa Casina-Lerici allora non si fa il remake della Vandelli (che purtroppo, io come molti altri, non ho avuto il piacere di fare): come facciamo a confrontare le foto di allora con quelle di un paio di lustri dopo? Come facciamo??? Va beh, capisco, temi il confronto...

    Mi raccomando: LA DECIMA ED ULTIMA (SOB! SNIFF!!!) EDIZIONE DELLA TRANSAPPENNINICA DEVE ESSERE EPICA, DA FAVOLA, MERAVIGLIOSA!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Please login to leave a comment.

seo
своими руками

Appuntamenti

Inserisci messaggi in questa sezione per organizzare e proporre escursioni, eventi, uscite, ritrovi, gnoccate, tortellate etc...

> Inserisci

Racing

La sezione dedicata alle gare, tempi e classifiche. Inserisci un articolo in questa sezione con foto e testi, racconta la tua storia.

> Inserisci

News

Sezione tematica di ampio respiro...raccoglie informazioni relative all'associazione, e al mondo del MTB in generale.

> Inserisci

Escurisioni

Questa è la sezione dedicata ai racconti delle nostre escursioni, inserisci tutte le foto che vuoi ma soprattuto racconta una storia!

> Inserisci

Articoli più letti